×

Avviso

Non ci sono cétégorie
È morto nella notte il sindaco di Isola del Gran Sasso, Alfredo Di Varano. Era ricoverato al Mazzini di Teramo per un male incurabile dal giorno di Ferragosto. La situazione clinica del primo cittadino è precipitata nella notte. La notizia ha fatto precipitare subito il giro dei colleghi con la fascia tricolore, soprattutto dell'entroterra teramano. Di Varano aveva solo 45 anni, non era sposato e non aveva figli.  In Ospedale a Teramo stanno arrivando tutti gli amministratori di Isola del Gran Sasso e numerosi sindaco, a cominciare da Giuseppe D'Alonzo di Crognaleto e Gabriele Minosse di Cortino. La morte del primo cittadino Di Varano arriva a distanza di pochi mesi dall'altro lutto che ha colpito il Comune di Penna Santa Andrea: Il sindaco Tonino Fabri è deceduto ad ottobre scorso. Oggi in  consiglio regionale Paolo Gatti chiederà di osservare un minuto di silenzio per la sua prematura scomparsa. Gatti lo definisce "una persona capace ed intelligente". E intanto anche il Partito Democratico provinciale guidato dal segretario Gabriele Minosse si stringe alla famiglia del primo cittadino: "Alfredo Di Varano si è distinto per la sua disponibilità, presenza e partecipazione. Una figura carismatica che tanto ha dato e tanto ha fatto per la sua comunità ad Isola del Gran Sasso. Un sindaco presente che difficilmente potremo dimenticare...", ha dichiarato il segretario Minosse. Di Varano si era allontanato dal partito a fine 2013. Dopo un mandato da assessore e da presidente della Comunità Montana, Di Varano era diventato primo cittadino con una lista "mista", tra i cui sostenitori c'è stato proprio l'ex assessore regionale Paolo Gatti. Ad assumere la guida dell'amministrazione ad Isola, come previsto dalla legge, subentra il vice sindaco Roberto Di Marco, fino all'anno prossimo quando il Comune tornerà al voto

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni