×

Avviso

Non ci sono cétégorie
La seggiocabinovia dei Prati di Tivo non verrà mai concessa in gestione a zero euro. Lapidaria e categorica la posizione espressa, nell'ultimissima assemblea, dai principali soci della Gran Sasso Teramano spa, la società proprietaria degli impianti di risalita nuovamente sotto i riflettori per via del rischio di non poter riaprire in vista della stagione invernale in assenza di un nuovo e duraturo gestore. Nell'assemblea dei soci di ieri, Provincia, Camera di Commercio e Regione Abruzzo hanno, infatti, rigettato una delle proposte saltate fuori nella riunione avuta il 27 settembre nella sala consiliare del Comune di Pietracamela (sollecitata e convocata dall'ex senatore Doriano Di Benedetto in rappresentanza di alcuni operatori turistici dei Prati). I soci escludono categoricamente di prevedere la locazione a canone zero per il futuro gestore de La Madonnina, così come avevano paventato gli operatori turistici auspicando in questo modo la garanzia del funzionamento di un impianto, comunque, in perdita ma senza gravare ulteriormente su spese in capo al gestore. Un'ipotesi completamente esclusa dai soci cui l'amministratore unico della Gran Sasso Teramano, Marco Bacchion,aveva illustrato le singole proposte saltate fuori al tavolo di Pietracamela di sabato scorso. Si va col bando dunque, dato in pubblicazione per metà della prossima settimana. Chiunque si candiderà alla gestione (per 8-10 anni almeno) della seggiocabinovia lo farà a fronte di un canone minimo ma di certo mai pari a zero. Sempre che il bando non vada deserto. Intanto, proprio stamattina la Gran Sasso Teramano si è vista autorizzare dalla Regione Abruzzo una proroga "tecnica" di funzionamento dell'impianto (la cui concessione, come noto, alla Siget è scaduta lo scorso 30 settembre): La Madonnina funzionerà solo per permettere agli operai dell'Asbuc (amministrazione separata beni usi civici) di completare i lavori al rifugio di monte. Nella riunione di ieri, la Gran Sasso Teramano ha ratificato le dimissioni per motivi di lavoro del presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, Sergio Saccomandi: al suo posto, Donatella Piccioni di Mosciano Sant'Angelo. Nuovo componente è il dottor Giuseppe Ubaldi. Cabinovia dei Prati_di_Tivo

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni