R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Nuova delibera a firma del presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino. Nuova riduzione alla voce stipendi dei dirigenti, almeno fino a fine marzo. E così la spesa dedicata, già passata dai 470mila euro a 240mila, nel 2015 si stima che scenderà fino a 224mila euro. La delibera è quella del 6 febbraio scorso. E la riduzione fa riferimento alle indennità di posizione per ogni singolo dirigenti. La tabella viene così rivista. I dirigenti che avevano una retribuzione di posizione pari a 43mila euro scendono a 35mila euro (è il caso, adesso, di Antonio Zecchino, Leo Di Liberatore, Piergiorgio Tittarelli e Daniela Cozzi); chi era a 35mila euro scende a 28mila euro (ed è il caso di Renata Durante, Antonio Flamminj  e Piero De Camillis). Le nuove fasce prevedono dunque una retribuzione massima di 38mila euro (alla quale nessuno è mai arrivato, nemmeno quando la stessa prevedeva una retribuzione di posizione pari a 45mila euro), una minima fissata a 12mila euro, e due fasce intermedie: a 20mila e a 28mila euro. Intanto, c'è chi va in ferie per 39 giorni. E' il caso del dirigente Antonio Flamminj (lo sostituirò fino a fine marzo la collega Ranata Durante, senza costi aggiuntivi alle casse dell'ente). Ma sono diversi i dirigenti che hanno accumulato un monte-ferie stratosferico: basti pensare ai 180 giorni di Tittarelli, ai 140-150 di Di Liberatore, agli 80 di De Camillis. GUARDA IL SERVIZIO (CLICCA QUI) renzo di sabatino

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni