×

Avviso

Non ci sono cétégorie
Econsiglio comunale-maggioranza morra-della figliola Riunione di maggioranza questa sera, nella sede di Forza Italia per tentare di avviare un discorso politico serio che potrebbe portare, ma non è detto, da qui al prossimo mese di agosto, ad un rimpasto di giunta. Ci saranno Fratelli d'Italia con Giandonato Morra e Raimondo Micheli che cercheranno di alzare il "tono" per tentare di mettere i big politici: Gatti e Tancredi, davanti alla necessità di un cambiamento di rotta che la Città di Teramo vuole e pretende dalla politica. Ci riusciranno? Non è detto. Anzi. Per volontà di Gatti piu' volte manifestata, gli assessori dovranno rimanere nove, forse si potrebbe ipotizzare una qualche inversione di delega. Ma chissà! Si aspetta in ogni caso il fogliettino con gli appunti di Brucchi che, dopo aver sempre sentito Tancredi e Gatti, potrà fare l'annunciazione che non sarà sicuramente la rivoluzione. Un terzo incontro politico del tutto inutile che ha fatto saltare i nervi al pacato Morra, il quale ha dato tempo 15 giorni per la comunicazione del rimpasto di giunta altrimenti si passerà in opposizione (anche se i numeri sono ancora a favore di questa maggioranza di centrodestra. Fratelli d'Italia non ha alcuna intenzione di aspettare l'approvazione di bilancio che serve solo a salvare la faccia dell'amministrazione con promesse assesorili a questo e a quel consigliere. Proteste giungono sempre dal partito della Meloni: "Non si capisce - spiega Sbraccia- come mai ad un tavolo politico si presentano Di Gianberardino o Di Lucanardo per i Popolari che non sono neppure stati eletti o Di Giovangiacomo, Campana e Puglia al posto di Di Dalmazio che non prende piu' parte a questi incontri...una volta c'erano solo i referenti di partito, ora non si capisce piu' che accade e perchè ci sono certe persone o altre ancora...": All'incontro si è presentato anche l'avvocato Fanini, referente provinciale per Forza Italia. Per Giovedi, cena in un ristorante di San Nicolo', per una preconsiliare che qualcuno ha definito essere un "mini conclave" per parlare di bilancio la cui approvazione è la cosa che piu' preme in questo momento a Brucchi.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni