R+News Diretta Streaming

Diretta Live Streaming

chiudi
  • ENEL PUNTO
×

Avviso

Non ci sono cétégorie

fagnano“Per la Asl di Teramo, il 2018 è stato un anno denso di risultati raggiunti; i semi piantati negli anni precedenti hanno dato frutti e il raccolto è stato abbondante”. Così, il Direttore Generale ha presentato il video attraverso cui la ASL ha voluto raccontare il proprio 2018.
Un anno di numeri straordinari, a partire da i 40.000 ricoveri eseguiti e circa 6 milioni di prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate, per continuare con l’eccezionale record di assunzioni, frutto di un grande numero di concorsi banditi negli anni precedenti. Nello specifico, sono stati stipulati 600 contratti di assunzione, di cui 253 a tempo indeterminato, 160 a tempo determinato e 187 di somministrazione lavoro.
Tra questi, gli importanti concorsi da Direttore di Unità Operativa Complessa che, nel 2018, hanno visto l’arrivo di Michele Triggiani alla Cardiochirurgia, Alessio Ciuffoletti all’Ortopedia e Nevia Caputo alla Radiologia del P.O. di Teramo, oltre a Enrico Marini alla Medicina del P.O. di Atri e Gianserafino Gregori alla Cardiologia del P.O. di Giulianova.
Un 2018 caratterizzato da tanti lavori, a cominciare da quelli edili che hanno visto aprire 30 cantieri, sia nelle aree esterne di viabilità e parcheggio, che in quelle interne per rinnovare completamente molti Reparti, ma anche di lavori necessari ai consolidamenti post sisma delle strutture aziendali ormai dismesse.
Asfalti, segnaletica e parcheggi all’Ospedale di Teramo, in quello di Atri e al Distretto Sanitario di Montorio; apertura dell’ultimo piano del parcheggio coperto del P.O. di Teramo; consolidamenti sismici nelle strutture dismesse dell’Ospedaletto di Porta Romana, dell’ex Centro Iperbarico, del Ravasco e dell’ex Dispensario, oltre a quelli eseguiti presso la Fisioterapia di Atri, nelle strutture di Ctr.da Casalena e nella sede di Circ.ne Ragusa; lavori di ristrutturazione totale di aree interne agli Ospedali che hanno consentito a molte Unità Operative (Medicina Nucleare, Oculistica, Otorino, Malattie Infettive, Psichiatria e Servizio di Cardiologia a Teramo, Cardiologia a Giulianova e Ostetricia e Ginecologia di S.Omero) di poter operare, oggi, in ambienti non solo ristrutturati secondo i dettami delle normative sull’accreditamento delle strutture sanitarie, ma anche rinnovati nelle dotazioni di apparecchiature di ultimissima generazione.
La Asl, infatti, nel 2018 ha acquistato non solo molti grandi macchinari ma, nel complesso, ha bandito 27 gare europee (di cui n. 11 in modalità completamente telematica) per un valore complessivo di € 263.094.776,60 e ne ha aggiudicate 12 per un valore complessivo di € 44.148.879,10.
Sempre nel 2018 sono stati stipulati 311 contratti per la fornitura di BENI e SERVIZI così ripartiti:
BENI: n. 268 contratti per un valore di € 23.400.613,25
SERVIZI: n. 43 contratti per un valore di € 16.735.512,08
Il tutto, per un valore totale di € 71.775.107,13
Nel complesso, garantendo un sostanziale equilibrio economico, l’importo di tutti i pagamenti che la ASL ha effettuato nell’anno 2018, è pari a € 531.066.426,25.
Nell’ambito delle attività di formazione, nel 2018 l’Azienda Sanitaria teramana vanta l’organizzazione di oltre 200 iniziative formative, e la partecipazione ad importanti convegni di livello nazionale e internazionale. Tra tanti, “Uomo dove sei?” dedicato ad un anno di Rianimazione Aperta, un progetto che ha visto la nostra Azienda fare da apripista regionale ad una importantissima azione di umanizzazione delle cure, portata anche come esempio alla prima Convention F.I.A.S.O. (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere cui la ASL di Teramo aderisce) che si è svolta i primi di novembre scorso a Roma.
Inoltre, numerose e importanti sono, per la ASL di Teramo, le attività di prevenzione che hanno consentito a molti cittadini e cittadine di sottoporsi gratuitamente a visite ed esami. Nel 2018, gli Open Day dedicati alle donne per la Giornata mondiale della Salute Mentale, per la Prevenzione delle Malattie Reumatiche Autoimmuni e per la Prevenzione delle Malattie Ginecologiche nella giornata dell’8 marzo; la Giornata della tiroide, la Giornata Europea dell’antibiotico resistenza, il Jumbo Truck per la vaccinazione anti influenzale, gli screening oncologici, la giornata di Cardiologie Aperte, gli screening del glaucoma e della cataratta, la convenzione con i panificatori per ridurre la percentuale di sale nel pane artigianale, la prevenzione delle cadute per i pazienti ricoverati, tutte le attività di controllo sull’acqua, sugli alimenti, i controlli veterinari e molte altre attività che sono sempre poco visibili ma fondamentali per la nostra salute. Basti ricordare che nel 2018 sono stati eseguiti 1.800 prelievi di acqua ad uso umano, di cui 1305 nelle acque in rete, 349 direttamente alle sorgenti del Ruzzo (compresi i punti di captazione interni all’INFN e allo sbarramento destro e sinistro sotto il traforo del Gran Sasso) e 146 sulle acque superficiali, in modo da sottoporle ad analisi chimiche e batteriologiche per garantire ai cittadini di bere un’acqua priva di sostanze inquinanti.
L’Azienda Sanitaria teramana, non ha dimenticato, poi, di promuovere le donazioni di sangue, organi e tessuti, organizzando una serie di eventi che l’hanno vista in piazza, nei teatri e all’interno dei reparti con concerti, spettacoli teatrali, mostre d’arte e tutto quello che può consentire ai cittadini di avvicinarsi alle nostre strutture per compiere un gesto, come quello del “donare”, tanto importante per tutta l’umanità.
Le previsioni per il 2019 sono altrettanto positive.
Giungeranno a termine i cantieri che consentiranno di aprire la nuova RSA di Ctr.da Casalena a Teramo, la RSA di Giulianova, Endocrinologia, Ortopedia e DSB di Atri, Malattie Metaboliche e Pronto Soccorso di Giulianova, Otorinolaringoiatria di Teramo, il Centro Helios di Colonnella e l’ex Dispensario di Bisenti (dove ora è ubicato il Centro Prelievi, nonché la Sede della Guardia Medica e del 118).
Saranno assunti 10 nuovi Primari (Farmacia Territoriale, Area Distrettuale dell’Adriatico, Tutela della Salute nei luoghi di lavoro, Direzione Medica del P.O. di Teramo, Chirurgia e Ortopedia del P.O. di Atri, Medicina Interna e Ostetricia-Ginecologia del P.O. di S.Omero, Chirurgia e Medicina Interna del P.O. di Teramo) e 29 unità di personale del Comparto (11 Assistenti Amministrativi, 3 Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico, 2 Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica, 1 Tecnico Audiometrista, 1 Ortottista, 2 Ostetriche, 9 Tecnici della Prevenzione della salute nei luoghi di lavoro).
Continueranno gli acquisti di Beni e Servizi, le attività di Formazione del personale e tutte le linee progettuali di Prevenzione della Salute.
Una novità, che partirà già dal mese di gennaio e che vedrà la ASL di Teramo prima in Abruzzo, sarà quella di eseguire prelievi sulle acque ad uso umano con tecniche nuove, che consentiranno di eseguire non solo le normali analisi chimiche e batteriologiche, ma anche quelle sulla radioattività ambientale e sul Radon, che verranno svolte nei laboratori ARTA di Pescara, ad ulteriore garanzia della salute dei cittadini teramani.

ASCOLTA IL DIRETTORE GENERALE FAGNANO

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni