×

Avviso

Non ci sono cétégorie

16622214-k6vF-U32602892778815x-656x492Corriere-Web-Sezioni.jpg

Bisogna somministrare 84.342.495 dosi per vaccinare il 70% della popolazione italiana (2 dosi per persona vaccinata). L’ultima media mobile a 7 giorni di dosi somministrate ogni giorno in Abruzzo è di 10.344 (ieri 3 maggio ne sono state somministrate 10647). A questo ritmo ci vorrebbero 4 mesi e 10 giorni per coprire il 70% della popolazione. L’obiettivo sarebbe raggiunto il giorno 11 settembre 2021 contro la previsione del governo ad agosto 2021 secondo.

Sempre secondo i dati diffusi dall’autorevole quotidiano economico, sulle dosi consegnate alle singole regioni, quelle somministrate e la percentuale sul totale emerge che in Abruzzo alla data del 3 maggio sono state consegnate 552.724 dosi e sono state somministrate 474.789 pari all’ 85,9%. Le persone vaccinate in Abruzzo sino al 3 maggio scorso sono 140.665. Il dato è fornito anche in rapporto al numero di abitanti. Per essere vaccinati servono due dosi a distanza di 21 giorni per Pfizer, 28 per Moderna. Questo è l’intervallo ottimale, non è possibile in ogni caso andare oltre i 42. Per Astrazeneca il richiamo va fatto tra 78 a 84 giorni dalla prima dose. Per chi è stato positivo al covid è possibile effettuare una sola dose, salvo in casi di immunodeficienza.

Il vaccino maggiormente somministrato in Abruzzo è quello della Pfizer/Biontech, 349.770 dosi disponibili, 336.036 quelle somministrate pari al 96% segue Vaxzevria (AstraZeneca) con 143.100 dosi disponibili di cui 99.072 somministrate pari al 69% poi il vaccino di Moderna 52.600 dosi disponibili mentre sono state somministrate 39.179 pari al 74% ed infine quello della Janssen con 7.250 dosi disponibili e 502 somministrate pari al 7%.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni