×

Avviso

Non ci sono cétégorie

WTALBA.jpg

L’edizione 2020 del World Tour 1 Star di beach volley ad Alba Adriatica non si svolgerà causa Covid -19. Gli organizzatori dell’Asd King of the beach, che insieme a Asd Beach sport organizza l’evento, ha ritirato la candidatura presso Fivb, Cev e Fipav ad organizzare la manifestazione internazionale di beach volley. L’amara decisione è stata presa nell’incertezza dell’andamento della pandemia da Coronavirus sia a livello nazionale che internazionale. Le normative stringenti, difficili da attuare quando su un villaggio con beach stadium gravitano in una giornata 2-3000 persone, hanno portato gli organizzatori a optare per la decisione di non organizzare il World Tour 1 Star femminile che lo scorso anno ebbe un grandissimo  successo sia organizzativo che sportivo con la vittoria delle olandesi  Emi Van Driel e Raisa Schoon 2-0 sulle azzurre Gaia Traballi e Anita Zuccarelli. Prima di prendere questa decisione definitiva gli organizzatori hanno tenuto conto di numerosi fattori. I voli aerei che in alcune nazioni sono limitati, la situazione dei contagi nel resto del mondo,  la gestione del villaggio e del pubblico sulle tribune con le stringenti normative in vigori. ma soprattutto la tanta incertezza per la presenza delle atlete internazionali, la maggior parte non si è potuta allenare. E’stato affrontato anche il problema che la Fipav non ha elaborato direttive e norme per i tornei agonistici di beach volley quindi i tempi ristretti hanno convinto il management del torneo a decidere alla rinuncia. “La salute prima di tutto – afferma Fulvio Taffoni della asd King of the beach, - sia per le atlete in campo che per i collaboratori e gli organizzatori. Senza una normativa specifica sul beach volleuy agonistico non ce la siamo sentita di aspettare ulteriore tempo per decidere. Vuoi per rispetto delle istituzioni sportive internazionali e nazionali, vuoi per rispetto dell’amministrazione comunale, e tutto il personale coinvolto. E’stata dura decidere in proposito ma crediamo che sia la scelta più giusta. Anche perché un evento del genere senza il grande pubblico di Alba Adriatica non avrebbe avuto senso” . Questo non vuol dire che sulla spiaggia d’argento non ci saranno eventi. “Teniamo aperta una porticina, - conclude Christian Di Berardino della asd Beach Sport,  -  aspettiamo l’evolversi della situazione, vedremo che succederà da qui a fine giugno. Magari le maglie delle restrizioni si potrebbero allentare e con la collaborazione dell’amministrazione comunale un evento sportivo potremmo proporlo”.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni