×

Avviso

Non ci sono cétégorie

stadiobonolis teramoIl piano operativo presentato della società Teramo Calcio ha fatto legge per la riapertura degli impianti sportivi ed è diventato parte integrante di un’ordinanza regionale. Per il campionato i biancorossi apriranno lo stadio Gaetano Bonolis a 1345 spettatori, oltre il massimo consentito di 1000 posti previsto dalla nuova ordinanza regionale n°87 appena pubblicata dalla Regione.

Il governatore Marsilio ha deciso di riaprire al pubblico gli stadi anche per i campionati delle categorie inferiori alla Serie A, già normata dal Ministero. L’attesa ordinanza 87 ha stabilito infatti che per gli impianti sportivi all’aperto la capienza massima sarà di 1000 persone, 700 per gli impianti al coperto.

Con la stessa ordinanza la Regione Abruzzo ha fissato le norme di contenimento del contagio: ingressi ed uscite del pubblico scaglionati attraverso varchi senza possibilità d’assembramento, niente striscioni e bandiere, mascherine indossate all’ingresso e all’uscita (per tutta la durata della manifestazione sportiva se si tratta invece di impianti al coperto), esclusivamente posti a sedere per gli spettatori, distanziati di almeno un metro, steward controllori Covid per far rispettare le misure, prenotazione dei posti nominativa e digitalizzata.

Per lo stadio Gaetano Bonolis di piano d’accio non c’è alcun problema, dati gli spazi dell’impianto e la possibilità di modulare la presenza del pubblico. Anzi. La stessa ordinanza regionale fissa una possibilità di deroga al numero massimo dei posti, in caso il gestore dell’impianto sportivo intendesse derogare al limite dei 1000 posti all’aperto o 700 al coperto. Sottoponendo un piano operativo specifico al Dipartimento Sanità della Regione Abruzzo è possibile anche superare quel limite: il Teramo Calcio, che ha presentato un piano assai dettagliato e puntuale, per il campionato di Serie C ha ottenuto la possibilità di aprire lo stadio a 1250 spettatori.

Attualità

Cronaca

Politica

Sanità

Sport

Elezioni