Attualità

KISSY DORME SU UNA PANCHINA, DOVE SONO I WEBETI CHE RIDEVANO?

Dove sono? Adesso, dove sono? Tutti quelli che per mesi e mesi hanno postato filmati di “Kissy da Teramo”, dove sono? Tutti quelli che ridevano, che trasformavano il suo “centodigiotto” in un tormentone nazionale, dove sono? Adesso, che Kissy dorme su una panchina, sotto la pensilina di una fermata d’autobus, dove sono? Dove siete, eroi del web? Dove siete, webeti di tutta Italia? Kissy abitava sulla costa, ma quella casa non è più disponibile per lei, così da una settimana, come riferisce a certastampa.it il custode di un ente teramano, non distante da quella panchina, Kissy dorme alla fermata dell’autobus. A volte, se riesce, va alla stazione, per cercare una panca al coperto. Ma non sempre è libera. La nuova “casa” di Kissy è la fermata vicina alla Casa di Riposo, dove da anni vive una sua strettissima parente. E quel personaggio che lucró passerelle televisive e mediatiche, annunciando di voler difendere Kissy, costringendo youtube a togliere i filmati, adesso dov’è? Kissy da Teramo dorme all’aperto, su una panchina. Fa meno ridere, vero?

Categorie:Attualità

7 risposte »

  1. Io non voglio fare polemica nè accusare nessuno, ma le istituzioni dove sono? chi si occupa delle persone più deboli? se kissy non ha più una casa chi deve provvedere a trovargliene un’altra? a chi deve occuparsi di kissy e delle persone come lei?

  2. Povera Kissy. Mi dispiace. Riguardo invece ‘Quel’ personaggio cui si riferisce l’articolo…beh…nella sua vita ha sempre puntato alle passerelle. No substance at all.

  3. Forse è il momento di far girare la triste notizia sul web e fare una colletta benefica. Forse toccherebbe allo Stato, è vero, ma sua immagine è stata sfruttata ed abbiamo riso anche per la sua “diversità”…forse è il caso di ripagarla in qualche modo, anche perchè penso che in molti le abbiano voluto bene, e questa sua popolarità ora potrebbe ripagarla ed aiutarla.

  4. Teramo sa’ solo fare questo…..

    Una città con i suoi cittadini….
    Sempre pronti a sparlare degli altri senza sapere…….

    Mi dispiace che nel 2017 ci siano ancora persone socialmente perseguitate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...